Close

Sostituzione caldaia a basamento.

Vi illustro la sostituzione di una vecchia caldaia a basamento, con una caldaia più moderna, a condensazione.

La caldaia scelta è sempre una Immergas , mod.Victrix 32 ERP TT.

La situazione è quella comoda di un locale caldaia, dove mi vedo a sostituire una vecchia caldaia a basamento, dai consumi di gas esagerati, ed un bollitore a parete, sempre a gas, anch’ egli, dai consumi increidbili di gas, con un rendimento ridicolo, perchè i bollitori ad accumulo, nel arco della loro vita, hanno il difetto di riempirsi di calcare, occupando lo spazio che invece sarebbe destinato all’acqua da scaldare, creando un duplice danno, ovvero meno acqua calda , e un inutile consumo di gas perchè destinato a ascaldare il calcare.

Quindi il beneficio primario di questo lavoro è che con il ridotto consumo di gas, vi posso assicurare che il cliente in questione,con quello che risprmierà, si ripagherà il lavoro da me eseguito nel giro di pochi anni!!

Primo perchè i vecchi elementi sostituiti avevano , come già accennato, un consumo sconsiderato di gas, mentre la caldaia di nuova generaione, è studiata apposta per ottenere il massimo rendimento , ovvero minore consumo di gas per una migliore prestazione.

E secondo, più semplicemente per una questione matematica, elimino 2 elementi consumatori di gas, con un solo elemento consumatore di gas.

Fatta questa importantissima premessa, vorrei descrivere quante e quali operazioni sono state effettuate per completare codesto lavoro.

  • inanzitutto smantellamento della vecchia caldaia e bollitore, con il relativo smaltimento sempre per opera mia.
  • modifica del impianto idrico sanitario, del impianto del gas e del impianto di riscaldamento, esistenti.
  • in questo specifico caso , segue la pilizia del impianto tramite una pompa, con l’obbiettivo di “pulire” l’ impianto da eventuali scorie rilasciate dai termosifoni in ghisa.
  • posa caldia nuova.
  • intubamento camino esistente, necessario in quanto la caldaia a “condensazione” espelle fumi si scarico ” freddi” con la conseguente formazione di condensa acida, quindi, il camino di scarico va intubato mediante un nuovo tubo flessibile in plastica (perchè resistente alla acidità della condensa) , per far defluire la condensa creatasi ed evitare la formazione di macchie di umidità sulle pareti di casa vostra.
  • allacciamento delle varie utenze della caldaia, ( andata e ritorno riscaldamento, acqua fredda e calda, gas e corrente) e per fare ciò si necessita ( obbligaotri per legge) della installazione di n.3 filtri , un filtro polifosfati ( posto al ingresso dell’ acqua fredda, con lo scopo di abbattere la formazione di calcare al interno della caldaia), un filtro defangatore ( posto sul ingresso del impianto di riscaldamento, con lo scopo di filtrare ulteriori impurità, e quindi difendere lo scambiatore) ed infine il filtro abattitore di acidità della condensa.
  • realizzazione del impianto per lo scarico della condensa.
  • dichiarazione di conformità, con allegata la visura camerale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi